Parco naturale delle Prealpi Giulie

La miniera del Resartico




La storia di un luogo selvaggio scritta dal duro lavoro dei minatori

Partenza: Povici di Sopra, Resiutta
Tempo di percorrenza: 2 h
Dislivello: 700 m

Alle pendici settentrionali del Monte Plauris, gli aspetti geologici del territorio hanno costituito per oltre un secolo un concreto riferimento per un’intera comunità: le miniere del Rio Resartico sono state infatti tra le principali fonti di reddito per gli abitanti di Resiutta. Oggi a testimoniare la dura vita dei minatori restano pochi ruderi e gallerie scavate nella montagna con la forze delle sole braccia. Attraverso il sentiero CAI n. 702 si raggiungono i ruderi del villaggio minerario e un comodo ricovero sempre aperto a quota 895 m slm, mentre salendo ulteriormente per pochi minuti ancora, è possibile visitare il tratto iniziale della miniera, messo in sicurezza dal Parco.



scarica depliant completo

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter del Parco

Iscriviti

Iniziative e progetti


Scopri le principali iniziative e i progetti del Parco

alt text

Attivazione della Cittadinanza per il Ripristino e la Conservazione delle Aree N2K Transfrontaliere

alt text

Integrative Alpine wildlife and habitat management for the next generation

alt text

Iniziativa del Parco per promuovere e valorizzare il territorio di riferimento dell’area protetta

alt text

Area protetta transfrontaliera riconosciuta dalla federazione europea Europarc

dove siamo


Scopri come puoi arrivare al Parco. Vieni a trovarci!

Piazza del Tiglio, 3 - Fraz. Prato 33010 Resia (UD) Portami
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Sito ufficiale del turismo in Friuli Venezia Giulia
Riserva naturale Val Alba