Parco naturale delle Prealpi Giulie

Mostra miniera del Resartico




Via Roma, 32 - 33010 Resiutta (UD)    

tel. 0433 550241

e-mail: info@parcoprealpigiulie.it

Alle pendici settentrionali del massiccio del Monte Plauris gli aspetti geologici del territorio hanno costituito per oltre un secolo un concreto riferimento per le attività di un'intera comunità: le miniere del Rio Resartico sono state per lungo tempo una delle principali fonti di reddito per gli abitanti di Resiutta. A raccontare la dura vita dei minatori restano alcuni ruderi, le gallerie scavate nella montagna con la forza delle sole braccia e numerose testimonianze raccolte dall'Ente Parco in un allestimento espositivo dedicato all'attività mineraria nell'area. Ricercati video e pannelli, corredati da suggestive foto, illustrano le attività che si svolgevano in miniera, la storia delle ricerche compiute, gli aspetti geologici oltre a quelli naturalistici dell'area. Notevole è la ricostruzione a grandezza naturale di una galleria con i carrelli di trasporto dei materiali estratti. Non mancano però l'esposizione di campioni di rocce, in particolare di scisti bituminosi oggetto dell'estrazione, e di attrezzature utilizzate dai minatori. Completa l'insieme un plastico della valle del Resartico, riportante l'andamento degli strati e delle gallerie oggetto dell'estrazione mineraria. 

INGRESSO GRATUITO


ORARI DI APERTURA:

dal 9 maggio al 3 ottobre: sabato e domenica, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

Agosto: dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

Come da disposizioni ministeriali, nei fine settimana è necessaria la prenotazione online o telefonica (che deve avvenire almeno un giorno prima)


scarica il depliant Mostra Miniera del Resartico


La Miniera e la Mostra del Resartico aderisce al progetto ReMi - Rete Nazionale dei Parchi e Musei Minerari Italiani dell’ISPRA.

Online la pubblicazione di pregio "Viaggio nell'Italia mineraria"

Il volume disegna il nuovo volto dell’Italia delle miniere, oggi trasformate, valorizzate e riconvertite in parchi e musei minerari. Un’esperienza poliedrica che spazia dalla geologia all’ambiente, dal paesaggio alla tecnologia mineraria


Per l'accesso alle strutture del Parco è necessario tenere conto di tutte le precauzioni disposte dalle autorità per il contenimento dell’epidemia da COVID19 e in particolare:

  • obbligo della mascherina: dovrà essere indossata durante le operazioni di ingresso e uscita dai Centri Visita e/o strutture di accoglienza dell’area protetta, dovrà essere mantenuta la distanza minima di 2 metri
  • igienizzazione delle mani: al momento dell’ingresso e dell’uscita dai Centri Visita e/o strutture di accoglienza dell’area protetta le persone dovranno provvedere all’igienizzazione delle mani tramite gel.
  • divieto di accesso in caso di febbre: con l'accesso alle strutture l’utente dichiara implicitamente di non avere alterazione della temperatura corporea (superiore a 37,5°)


Aiutaci a migliorare. Questo contenuto ti è stato utile?

    No

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter del Parco

Iscriviti

Iniziative e progetti


Scopri le principali iniziative e i progetti del Parco



Transboundary ecological connectivity of Alps and Dinaric Mountains

alt text

Area protetta transfrontaliera riconosciuta dalla federazione europea Europarc

dove siamo


Scopri come puoi arrivare al Parco. Vieni a trovarci!

Piazza del Tiglio, 3 - Fraz. Prato 33010 Resia (UD) Portami
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Sito ufficiale del turismo in Friuli Venezia Giulia
Riserva naturale Val Alba