Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie propri e di terze parti per finalità tecniche e di statistica. Per la loro installazione non è richiesto il suo consenso ma la invitiamo ugualmente a prendere visione dell'informativa completa cliccando sul pulsante “Maggiori informazioni”.

1_MDL_6527.JPG

Le peculiarità ecologiche dell’area Parco favoriscono la presenza di un notevole numero di specie dell’avifauna, indagate in varie forme sin dalla nascita dell’area protetta e che hanno portato anche alla redazione di Atlante degli uccelli nidificanti e numerosi specifici studi.

stazione_inanellamento_Malga_Confin_03.jpg

Al fine di aumentare la conoscenza dell’avifauna, in relazione sia alle componenti stanziali che migratorie e ottenere dati importanti al ruolo di connettività ecologica svolto dall’area protetta regionale, è stato previsto uno specifico progetto di cattura e inanellamento, che avrà l’obiettivo di inserirsi nell’ampio progetto “Alpi” attivo in ambito nazionale.

Coturnice

“Monitoraggio avifauna tramite cattura e inanellamento” presso la stazione di inanellamento di Malga Confin, secondo il protocollo del “Progetto Alpi

Picchio.jpg


Coordinamento: Uffico tecnico-conservazione della natura
Le attività vengono svolte anche grazie a diversi operatori del CFR (inanellatori abilitati dall'ISPRA) e a numerosi volontari.