Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie propri e di terze parti per finalità tecniche e di statistica. Per la loro installazione non è richiesto il suo consenso ma la invitiamo ugualmente a prendere visione dell'informativa completa cliccando sul pulsante “Maggiori informazioni”.

L’evoluzione della regione alpina avvenuta nel corso dei millenni ha caratterizzato notevolmente l’area del Parco, accostando in poco spazio caratteristiche morfologie fluviali ad altre tipicamente glaciali.

Così nelle parti superiori delle valli sono ancora ben visibili antichi archi glaciali ancora perfettamente conservati e immediatamente a nord della cima del M. Canin anche un piccolo residuo di ghiacciaio ancora persistente.

Escursioni famoiglia 02_Ph Marco Di Lednardo

Geologia_PREVALA_Fabrizio_Giraldi.jpg

Fontanone_Barman.jpg


Nei fondovalle sono numerose le forre e i salti dei corsi d’acqua che determinano spettacolari rapide e cascate, fra le quali particolarmente imponenti sono quelle del Fontanone Barman e del Fontanone di Goriuda.

La morfologia di tipo carsico trova il massimo sviluppo nell’altopiano del Foran dal Mus, ai piedi del Monte Canin. Quì sono rappresentati tutti i fenomeni caratteristici, sia superficiali che profondi; i primi nel loro insieme creano un vero e proprio giardino carsico. I secondi assumono particolare rilevanza nei pressi del Col delle Erbe, dove sono localizzate le maggiori cavità della zona, alcune profonde oltre 1000 m.

Abisso Foran del Mus - Gianni Benedetti.jpg

Per approfondimenti vai alle pubblicazioni edite dal Parco